Minibasket

Agonistica: 

MinibasketIl Minibasket è un gioco-sport educativo rivolto a bambini e bambine di età compresa fra i 5 ed i 11 anni, che si ispira alla pallacanestro pur possedendo caratteristiche peculiari.

Si pratica con un pallone più piccolo rispetto a quello da basket (taglia n° 5) su campi di dimensioni variabili e suscettibili di ampie variazioni (28x15 fino a 20x11 metri) e con i canestri posti a 2,6 metri d’altezza (l’altezza del basket 3,05 si utilizza solo per la categoria esordienti). Le categorie in cui vengono suddivisi i bambini sono le seguenti: pulcini (5-6 anni) scoiattoli (7-8) aquilotti (9-10) ed esordienti (11).

Scopo del gioco è lanciare la palla nel canestro avversario e impedire alla squadra avversaria di impossessarsi della palla o di realizzare un canestro, rispettando le regole del gioco.

Il minibasket è un gioco aciclico, di lettura di situazione dove importante è la rielaborazione creativa del bambino. Questo gioco-sport cerca di rispondere alle esigenze di crescita psicologica e fisiologica del bambino, rispettando e promuovendo la sua creatività e la capacità di esprimersi e sperimentare riducendo l’esasperazione del risultato fine a se stesso; stimola inoltre l’integrazione, la socializzazione e lo spirito di squadra.

L’attività delle squadre offre la possibilità ai bambini che frequentano i corsi di Minibasket di confrontarsi con coetanei di altre società sportive mettendo in pratica, nel modo più divertente, quanto appreso durante i corsi. Durante le partite, i bambini uniscono la dimensione ludica a quella competitiva sempre nell’ambito di un percorso di crescita e apprendimento.

L’attività viene gestita dal settore Minibasket della Federazione Italiana Pallacanestro ed è strutturata nel Gran Premio Minibasket, con gironi di andata e ritorno: le migliori piazzate si qualificano per le finali provinciali, che si svolgono nella cornice della "Festa Minibasket" aperta a tutte le formazioni, qualificate e non, in concomitanza con la chiusura dell’anno sportivo.