Andreina Gotta Sacco

Torino, 2 febbraio 1904 - Roma, 22 luglio 1988

La prof.ssa Andreina Sacco si diploma in educazione fisica nel 1921 presso il Regio Istituto di Magistero per l’Educazione Fisica di Torino discutendo la tesi: "La ginnastica ritmica moderna e la sua possibile introduzione nella scuola".

Nel 1925 consegue presso il Liceo musicale Verdi di Torino il diploma di composizione e abilitazione all’insegnamento del canto corale presso gli Istituti Magistrali. Sempre presso lo stesso Istituto consegue nel 1930 il diploma di pianoforte e nel 1933 il diploma superiore di pianoforte.

E’ insegnante di Educazione Fisica femminile dal 1933 al 1938 nelle scuole medie superiori di Brescia, Novara, Milano, Torino e Roma.
Nel 1932 sposò, a Torino, il prof. Mario Gotta.

Fu un'atleta poliedrica: otto volte campionessa italiana di atletica leggera (sette record nel salto in alto e nel salto in lungo), componente della staffetta 4x80 vincitrice del Campionato italiano nel 1928 e capitano della squadra femminile vincitrice del Primo Campionato Italiano di Pallacanestro a Milano nel 1925.

Per anni atleta della R.S.G.T., fu nostra portacolori in tutta Italia. Presso la nostra Società, trovò probabilmente l’ambiente adatto per la definizione degli elementi essenziali della ginnastica ritmica moderna, di cui fu promotrice nel nostro Paese.

La Reale Società Ginnastica, crogiuolo da sempre di idee, iniziative e novità, nel passato aveva già rivolto il proprio interesse a questa disciplina. Come risulta dai Verbali del 1908, "[il maestro Ferrario aveva tenuto] un breve corso di insegnamento alle maestre con il metodo Delacroze. E’ sicuramente il primo passo in Italia verso questa disciplina!".

Il metodo della Gotta Sacco venne approvato dal Ministero della Pubblica Istruzione con ordinanza del 12 giugno 1953 e la prof.ssa ne restò la docente presso l’Istituto Superiore Statale di Educazione Fisica di Roma dal 1953 fino al pensionamento nel 1965.

Fu divulgatrice del metodo in innumerevoli corsi nazionali ed internazionali organizzati, sia dal Ministero della Pubblica Istruzione sia dal Centro Nazionale Didattico per l’Educazione fisica e sportiva.

La sua attività dirigenziale fu particolarmente lunga ed impegnativa.
Questi, in sintesi, i suoi incarichi a livello nazionale:
Giudice federale dal 1926 al 1975.
Direttrice Tecnica della sezione ginnastica artistica femminile dal 1963 al 1972.
Ispettrice Tecnica nazionale per la ginnastica ritmico-sportiva dal 1972 al 1976.
Consigliere federale dal 1977 al 1980.

Questa, invece, è stata la sua attività a livello internazionale:
Membro del Comitato Tecnico della FIG per la ginnastica artistica femminile dal 1952 al 1976.
Presidente del Comitato tecnico della FIG per la Ginnastica ritmico-sportiva dal 1972 al 1980.
Componente dei Comitati Organizzatori dei Campionati del Mondo di ginnastica e dei Giochi olimpici fino alle Olimpiadi di Mosca (1980).

Andreina Gotta-Sacco per la sua lunga carriera di atleta, docente, tecnica e dirigente, ha ricevuto il Distintivo d’Onore di Atleta Azzurra nel 1950, il Cavalierato della Repubblica nel 1974, la Stella d’Oro al Merito sportivo nel 1975 e, per finire, è stata nominata Membro d’onore della Federazione Internazionale di Ginnastica nel 1980.