Iaido e Jodo

Corsi: 

IaidoDescrizione corso Iaido
Lo Iaido è l'arte dell'estrazione della spada. Si pratica attraverso l'esecuzione di kata: forme codificate di combattimento, che si eseguono da soli, o meglio, contro un avversario immaginario. Un kata di Iaido è composto di più fasi: si inizia con lo sfoderamento, seguito in rapida successione da uno o più tagli, secondo il numero degli avversari ipotizzati. Seguono la pulizia della lama e il rinfodero. Tutto senza perdere mai di vista l'avversario immaginario.
Il termine Iaido è composto da iai che deriva dal giapponese Tsune ni ite, kyu ni awasu (approssimativamente significa "qualsiasi cosa stia facendo e in qualunque luogo io sia, devo essere pronto ad ogni eventualità") e da do (la via). Per questo motivo le tecniche utilizzate sono interpretazione di diverse situazioni e ipotizzano scenari in cui sono presenti nemici in numero variabile e nei luoghi più disparati come una stanza al buio, un ponte o un vicolo stretto.
Come altre arti marziali di derivazione zen, lo Iaido non è una disciplina di combattimento ma viene studiato per coltivare il proprio spirito ed ha come reale obiettivo lo sviluppo e la formazione della persona. Attraverso la propria spada si affina lo spirito, e si cerca di diventare persone migliori, cercando pace e amicizia all'interno del dojo (luogo di pratica) e nella propria vita di tutti i giorni.
Per approfondire gli aspetti tecnici della disciplina consulta la sezione Iaido.

Descrizione corso Jodo
Con il termine Jodo si indica l’arte del bastone giapponese o meglio la Via dell’uso del bastone giapponese.
La disciplina ha origine da un maestro di spada vissuto nel 1600 di nome Gonnosuke sotto il nome di Jo-Jutsu e cambiò in Jodo nel 1940, quando le grandi scuole dell’epoca uniformarono il metodo di trasmissione di questa disciplina, codificando un programma ufficiale (seitei-jo) composto da 12 kata di base più altre serie di kata antichi studiati nei programmi avanzati.
Il Jodo è una disciplina riconosciuta ufficialmente a livello mondiale con un programma di gare e Campionati europei, in cui gli atleti si misurano per qualità e precisione di esecuzione.
Dal punto di vista pratico, le tecniche di Jodo uniscono i tagli della spada (tachi), i movimenti circolari della lancia curva (naginata) e i movimenti di punta della lancia dritta (yari), abbinando sequenze di movimenti codificati e metodi unici di attacco e difesa. Le tecniche si applicano fra due persone: l'una utilizza il bokuto (spada di legno), mentre l’altra si difende in modi diversi con il jo, adattandosi al tipo di attacco sferrato.
Dopo anni di sosta riparte l’esperimento questa volta con una lezione fissa di un’ora la settimana, coadiuvata da istruttori di 4° e 2° dan sotto la supervisione di Nino Dellisanti, figura di spicco nel Jodo italiano.
Lo studio di quest'arte marziale può essere considerato complementare allo studio dello Iaido, invitando il praticante ad avere un contatto diretto con l’avversario e a imparare a valutare distanza ed efficacia del colpo portato ma parlare del Jodo come completamento di un’altra marziale sarebbe però riduttivo, in quanto si tratta di un'arte marziale completa e indipendente esattamente come lo Iaido.

Orari Iaido
Principianti
- martedì dalle 19.30 alle 20.30
- giovedì dalle 20.30 alle 21.30
Avanzato (corso di MUSO SHINDEN RYU)
- martedì dalle 20.30 alle 21.30
- giovedì dalle 21.30 alle 22.30

Orari Jodo
- martedì dalle 21.30 alle 22.30

Palestra
La palestra è situata al secondo piano.

Indicazioni utili
All'atto dell'iscrizione è obbligatorio un certificato medico di sana e robusta costituzione fisica.

Prove
È prevista una lezione di prova gratuita da prenotare presso la segreteria.

Abbigliamento
- Kimono
- Ginocchiere
- Ciabattine

Inizio corsi
corsi per adulti hanno inizio il 18 settembre 2017 e terminano il 30 giugno 2018 (alcuni corsi proseguono su richiesta nei mesi di luglio e settembre).

TABELLA RIASSUNTIVA CORSI (pdf - 2,8 MB)